venerdì 23 luglio 2010

A tribute to a Lady

Quando per la prima volta ho sentito Billie Holiday cantare, ne sono rimasta affascinata per quella sua voce intensa e fragile, la sua capacità interpretativa, lontana dalle timbriche imponenti di altre grandi interpreti. L’estensione della sua voce forse era modesta, ma con un senso incredibile dello swing. E’ stato un contatto empatico immediato, per quella sua forse inconsapevole capacità di sfiorare e raggiungere le nostre emozioni. Billie viene troppo spesso associata alla sua vita tormentata ma era una donna che cantava anche l'amore, sogno o realtà di molte donne di ogni tempo. Con le sue doti musicali e la sua sensibilità ha portato nella storia della musica un nuovo modo di cantare e molti altri artisti hanno attinto da lei.

Devo dire che raramente un’esecuzione riesce raggiungere livelli di cosi’ alta emotivita’ come in una interpretazione femminile, ed è questa qualità che ha suscitato in me l’interesse per l’universo donna nella musica.
Con questo blog intendo condividere questo mondo che coniuga sensibilità e virtuosismo, non solo con le donne, ma con tutti coloro che amano la musica, tutti coloro che hanno il desiderio di scoprire nelle interpretazioni delle più grandi artiste la sensibilità e le emozioni del pianeta donna.

18 commenti:

  1. Finalmente un sito che si occupa di cantanti donne! in bocca al lupo....!

    RispondiElimina
  2. The lady sings the blues :-)

    RispondiElimina
  3. Brava, molto bene ed il blog è molto elegante !
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  4. Da una Lady come te solo un sito così interessante ed elegante.....visto che condividiamo la passione per il jazz e le vocalist ti seguirò sicuramente, Brava!

    RispondiElimina
  5. Ottima idea!! speriamo contribuisca alla diffusione di musica vera ed "eterna" anche in Italia

    RispondiElimina
  6. Il primo post mi sembra ricco di promesse/premesse.
    Perché non lo arricchici con qualche link (se c'è) a qualche biografia e, magari, a qualche file musicale?

    P.S.
    Ti prego: metti le vocali accentate e non gli apostrofi...
    ;-)

    RispondiElimina
  7. Bella idea!
    io amo la musica ti seguiro' di sicuro

    RispondiElimina
  8. Brava!
    Sbrigati, voglio scoprire presto le altre interpreti...

    RispondiElimina
  9. Bella idea e bellissima la foto!
    Rosalba

    RispondiElimina
  10. Empatia, sensibilità, virtuosismo... «parole chiave» di universi "altri", di mondi "diversi", dei quali il «pianeta donna» è senza alcun dubbio emblematico! Giampaolo

    RispondiElimina
  11. La musica, il Jazz le sue sfumature... sei partita bene, mi piace il tuo argomento.
    Visto che seguo il jazz da tutta la vita non perderò di vista il tuo blog!!!!!

    RispondiElimina
  12. Sono contento che stai ampliando il blog, ti invito a non trascurare anche le cantanti bianche.

    RispondiElimina
  13. Il jazz è anima, unicità e poesia. Continua ad arricchire il tuo blog, i nostri spiriti te ne saranno riconoscenti..

    RispondiElimina
  14. Coraggio!! L'inizio è ottimo ma ci aspettiamo molto altro dello stesso livello. Ottimo lo stile, incisivo, ma ricco di significati!

    RispondiElimina
  15. Le voci jazz femminili raccontano storie. E' bello nelle giornate plumbee invernali abbandonarsi al loro ascolto su un comodo divano e sognare.....
    Un consiglio. Attenzione al carattere color rosso su sfondo nero: si vede poco. Il resto è intrigante.

    RispondiElimina
  16. E' bello trovare un punto di contatto con tanta gente: la poesia del jazz!

    RispondiElimina
  17. Splendido sito Paola : complimentissimi !

    RispondiElimina
  18. Sono passati alcuni giorni dalla mia visita precdente. Ottimi gli ultimi contributi. Non conoscevo la Schurr ed è stata per me una scoperta. Mi piacerebbe essere al suo concerto di Villa Celimontana

    RispondiElimina